Gli incentivi per il 2017 per i pannelli fotovoltaici

      Commenti disabilitati su Gli incentivi per il 2017 per i pannelli fotovoltaici

Il periodo d’oro del fotovoltaico sembra aver vissuto la sua fine già nel 2013, ossia con la fine delle detrazioni fiscali grazie agli incentivi proposti dallo stato. Chi ha installato un impianto fotovoltaico nella propria casa prima di quel periodo, infatti, ha potuto godere di enormi vantaggi sia a livello energetico che economico. Basti pensare infatti che, ad oggi, l’Italia è considerata il secondo Paese in Europa per potenza energetica installata.

Ancora oggi, quindi, la richiesta di impianti fotovoltaici resta molto alta, anche se la mancanza di incentivi può frenare questo tipo di investimenti. D’altro canto, se da una parte gli incentivi per il fotovoltaico non vengono più erogati direttamente, dall’altra è possibile percorrere un’altra via per accedere a delle agevolazioni per l’installazione di nuovi impianti fotovoltaici: le ristrutturazioni edilizie.

Incentivi Fotovoltaico: ottenerli grazie alle ristrutturazioni

Come previsto dalla legge di stabilità emanata nel 2016, chi intende ristrutturare il proprio immobile può accedere ad una particolare detrazione fiscale, chiamata Bonus ristrutturazioni, che garantisce una detrazione del 50% su tutte le spese effettuate. Nei requisiti per usufruire del bonus, quindi, rientra l’installazione di un nuovo impianto fotovoltaico, dato che si tratta di una “spesa” destinata a migliorare il risparmio energetico dell’immobile e la sua efficienza.
E’ possibile fare richiesta del bonus ristrutturazioni direttamente all’Agenzia delle Entrate ed è possibile, quindi, detrarre sul reddito annuale tutte le spese effettuate. In particolare, dopo una serie di revisioni alle agevolazioni, si è deciso che per i lavori di riqualificazioni di un immobile si possono richiedere le detrazioni fiscali fino al 31 Dicembre di quest’anno, con un detrazione massima del 65%, mentre dal primo Gennaio 2017 le detrazioni ammonteranno solo al 36% della spesa sostenuta.

Grid parity raggiunta entro il 2017 dal fotovoltaico

Un aspetto molto importante da considerare, se si è in procinto di investire in un nuovo impianto fotovoltaico, è la grid parity che sta per essere raggiunta dal fotovoltaico. Questo particolare traguardo sta a significare, in parole povere, che l’energia generata dal fotovoltaico ha raggiunto lo stesso prezzo dell’energia ricavata dalle fonti tradizionali. Ciò rappresenta una svolta epocale per il fotovoltaico, che continua a ridurre i suoi costi. Nei prossimi anni, infatti, ci si aspetta un modesto ribasso dei costi dei moduli fotovoltaici, con cali superiori al 40%.
Secondo alcuni analisti, infine, anche l’efficienza dei singoli pannelli aumenterà notevolmente, rendendo l’energia solare sempre più economica e competitiva.

Chi desidera usufruire degli incentivi statali per l’acquisto di un nuovo impianto fotovoltaico, quindi, può approfittare fino a fine anno per presentare la richiesta, mentre una valida opzione sarebbe quella di aspettare il raggiungimento del grid parity, che garantirà un investimento il meno invasivo possibile.